L’esperto di virus ha appena fornito questo “importante” aggiornamento Omicron: mangia questo, non quello

I casi di COVID sono in calo negli Stati Uniti, ma all’estero c’è un forte aumento e gli esperti rivelano che c’è una nuova variante dominante che potrebbe causare un’altra impennata qui. Non è chiaro se l’ondata sarà grave come l’ultima che abbiamo sperimentato di recente, ma ci sono modi per evitare di ammalarsi secondo i medici con cui abbiamo parlato. Mangia questo, non quello! La salute ha parlato con esperti che spiegano cosa sapere su Omicron in questo momento e come aiutare a rimanere in salute. Continua a leggere e per garantire la tua salute e quella degli altri, non perdere questi Segni sicuri che hai già avuto il COVID.

Shutterstock

Dr. William Lang, Direttore medico, WorldClinic afferma: “Omicron comprende due ceppi circolanti principali e due ceppi minori. Insieme, i due ceppi principali rappresentano oltre il 99% di COVID nella maggior parte delle aree, con BA2 che sostituisce BA1 a un ritmo moderato. I ceppi agiscono tutti più o meno allo stesso modo e i vaccini/precedono le infezioni hanno all’incirca la stessa efficacia nell’essere protettive contro tutti gli omicron, ma il BA2 è variamente descritto come il 30-80% più infettivo del BA1, motivo per cui sta diventando predominante”.

La giovane donna malata giace stanca a letto con una maschera facciale e tiene la testa a causa di un mal di testa.
Shutterstock

Hannah Newman, direttrice della prevenzione delle infezioni presso Ospedale Lenox Hill rivela: “I casi sono aumentati nel Regno Unito e nell’UE a causa della sottovariante Omicron BA.2 e i decessi sono aumentati drasticamente a Hong Kong. BA.2 è attualmente il ceppo dominante negli Stati Uniti e la sorveglianza delle acque reflue mostra un aumento in positività, che è un buon indicatore di imminenti aumenti di casi”.

Cameriere che tossisce al gomito mentre serve i clienti in un ristorante.
Shutterstock

Dott. Vivek Cherian, un medico di medicina interna con sede a Chicago afferma: “La sottovariante BA.2 di Omicron rappresenta oltre la metà dei nuovi casi di coronavirus negli Stati Uniti ed è ora il ceppo dominante in questo paese. La sua rapida crescita è attribuita almeno in parte a le sue mutazioni per la proteina spike sulla superficie del virus, che non si trovano in BA.1 Sebbene BA.2 sia più trasmissibile di BA.1, la buona notizia è che non è stato dimostrato che causi malattie più gravi e i vaccini continuano per offrire un alto grado di protezione da malattie gravi, e ancora di più se hai avuto un richiamo”.

Mani guantate del medico che usano cotone prima del vaccino.
Shutterstock

Newman spiega: “L’impennata durante le festività natalizie può effettivamente aiutare a sopprimere una nuova ondata aggiungendo ulteriore protezione da molte infezioni recenti. Anche se non voglio fraintendere, la vaccinazione fornisce una protezione più uniforme e affidabile rispetto alle infezioni naturali. Se lo sei non sono aggiornati e sono idonei per la vaccinazione e/o il richiamo, ora è il momento di farlo mentre siamo in una pausa in modo da costruire l’immunità prima che i casi aumentino. Un terzo richiamo è estremamente efficace contro esiti gravi, ma Il 70% del paese ha tassi di richiamo inferiori al 50%. Le aree in cui le vaccinazioni e i richiami sono bassi o che non sono state colpite duramente da BA.1 potrebbero essere più a rischio di essere colpite da BA.2”.

IMPARENTATO: Ho Omicron ed ecco come ci si sente

Donne con le mascherine abbassate
Shutterstock

Newman condivide: “Mi conforta anche sapere che stiamo entrando in mesi più caldi, che sono più favorevoli a eventi e attività all’aperto. Sappiamo che la ventilazione gioca un ruolo importante nella trasmissione virale e più possiamo fare per aprire porte e finestre e avere eventi all’aperto, meno probabili per la trasmissione e gli eventi superdiffusori. Penso che dovremo tenere d’occhio per vedere come esattamente questo influisca sugli Stati Uniti, ma forse la nostra esperienza potrebbe sembrare più un plateau piuttosto che un forte aumento. Penso davvero che il nostro futuro dipenda dalle azioni che intraprendiamo in questo momento”.

IMPARENTATO: I sintomi del COVID di solito appaiono così

giovane donna che tiene una bottiglia di succo verde
Shutterstock / Ross Helen

Dr. Sunjya Schweig, MD, Fondatore e Presidente del California Center for Functional Medicine condivide: “Oltre alla vaccinazione e alla vaccinazione di richiamo, ci sono modi in cui le persone possono potenzialmente proteggersi attraverso uno stile di vita sano e integratori alimentari. Alcune raccomandazioni chiave includono:

  • Mangiare una dieta di cibi integrali ricca di proteine ​​​​densi di nutrienti, con quante più verdure possibili
  • Ridurre o evitare zucchero e alcol può aiutare a ridurre il rischio di infiammazione nel corpo e ottimizzare la funzione immunitaria
  • Dormire adeguatamente e adottare schemi di esercizio sani possono anche aiutare a modulare l’infiammazione e la funzione immunitaria
  • Un’adeguata idratazione è importante anche per il funzionamento ottimale e il recupero dalla malattia. Cerca di bere almeno ½ once di acqua del tuo peso corporeo ogni giorno. Ad esempio, se pesi 150 libbre, punta a 75 once di acqua al giorno e più se sudi mentre ti alleni o bevi alcol o caffeina, che possono agire come diuretici.

Dal punto di vista degli integratori alimentari, ci sono molti integratori che possono aiutare a modulare una varietà di vie infiammatorie come NRF2 e NF Kappa B, come ad esempio:

  • Vitamina C
  • Vitamina D (livello ematico obiettivo intorno a 50-60)
  • Vitamina A (l’olio di fegato di merluzzo è una buona fonte di Vit D e Vit A)
  • Glutatione e il suo precursore NAC e/o sulforafano
  • Acido alfa lipoico
  • Curcurmin (curcuma)
  • Zinco
  • Quercetina
  • Magnesio
  • Melatonina

Si noti che molti di questi possono essere ottenuti attraverso l’assunzione dietetica”.

IMPARENTATO: Sono un esperto di virus e se hai questo sintomo, chiedi aiuto

Shutterstock

Segui i fondamenti della salute pubblica e aiuta a porre fine a questa pandemia, indipendentemente da dove vivi: fatti vaccinare o potenziare il prima possibile; se vivi in ​​una zona con bassi tassi di vaccinazione, indossa un Mascherina N95non viaggiare, distanza sociale, evitare grandi folle, non entrare in casa con persone con cui non sei al riparo (soprattutto nei bar), praticare una buona igiene delle mani e per proteggere la tua vita e quella degli altri, non t visitare nessuno di questi 35 posti in cui è più probabile che tu prenda il COVID.

Add Comment