La star di “Babe” James Cromwell mette la mano al bancone di Starbucks per un latte extra vegano

Segnaposto durante il caricamento delle azioni dell’articolo

Giusto avvertimento: questo diventa un po’ appiccicoso.

Infuriato per l'”insensato sovraccarico” di Starbucks per il latte non caseario, l’attore di “Successione” e “Babe” James Cromwell e altri membri della PETA, di cui è direttore onorario, hanno organizzato una protesta martedì in una location nella catena di caffè di Midtown Manhattan .

Se qualcuno voleva che se ne andasse, è stato sfortunato perché, insieme a un altro manifestante, ha attaccato la mano al bancone in quello che può essere meglio descritto come un “attaccare”. PETA ha trasmesso in live streaming la protesta, che ha iniziato rapidamente a crescere sui social media, dove l’acrobazia è stata accolta con un serraglio di lodi e battute (per lo più “Babe”).

“Oltre 13.000 clienti hanno chiesto di te”, dice Cromwell dallo sportello. “Ora ci chiediamo: smetterai di far pagare di più per il latte vegano? Quando smetterai di raccogliere enormi profitti mentre i clienti, gli animali e l’ambiente soffrono?”

“Le mucche producono latte per lo stesso motivo per cui lo fanno gli esseri umani: per nutrire i loro piccoli. Ma nell’industria lattiero-casearia, partoriscono e i loro bambini vengono portati via quasi immediatamente in modo che il loro latte possa essere venduto. Le mucche madri piangono per giorni per i loro bambini”, aggiunge Cromwell, indossando una maglietta nera decorata con le parole “Liberate gli animali” e leggendo da un pezzo di carta che teneva nella mano libera. “Soffrono non meno delle madri umane.”

L’attore di “Successione” James Cromwell si è incollato a uno sportello Starbucks a New York il 10 maggio per protestare contro un “sovraprezzo insensato” per il latte non caseario. (Video: PETA via Storyful)

Un barista Rhodes Scholar e la lotta per sindacalizzare Starbucks

Mentre legge la sua dichiarazione, i baristi mascherati dietro di lui generalmente sembrano continuare a lavorare come se non ci fosse nessun attore nominato all’Oscar di 6 piedi e 7 pollici legato al bancone – e in seguito continuano mentre guida altri manifestanti cantando: “Salva il pianeta, salva le mucche. Ferma subito quella ricarica vegana.

Alla fine, la polizia arriva e dice ai clienti che lo Starbucks è chiuso, anche se possono ancora ritirare gli ordini in sospeso. Cromwell e l’altro manifestante bloccato sganciano le mani dal bancone e se ne vanno. “Stavano per essere arrestati”, dice un manifestante nel video.

“Rispettiamo il diritto dei nostri clienti di esprimere rispettosamente le loro opinioni fintanto che non interferisce con le operazioni del nostro negozio”, ha affermato un portavoce di Starbucks in una nota. “I clienti possono personalizzare qualsiasi bevanda del menu con latte non caseario, inclusi soia, cocco, mandorle e farina d’avena a un costo aggiuntivo (simile ad altre personalizzazioni di bevande come un espresso o uno sciroppo extra). I prezzi variano da mercato a mercato”.

PETA ha esortato Starbucks a invertire la sua politica per anni. In una dichiarazione sul suo sito web, l’organizzazione osserva che molte altre catene, tra cui Wawa, Panera Bread e Philz Coffee, non fanno pagare per il latte non caseario.

“Più che mai, le persone stanno abbandonando i latticini e stanno diventando vegani per aiutare gli animali, salvare l’ambiente e migliorare la propria salute”, ha affermato la PETA in una nota. “È ora che Starbucks smetta di addebitare ai clienti un supplemento per la scelta di latti senza latticini!”

Cromwell non è l’unica celebrità a combattere la spesa extra di alleggerire un latte con cocco, soia, avena e latte di mandorle. Sir Paul McCartney ha recentemente scritto una lettera al CEO di Starbucks, dicendo: “I miei amici di PETA stanno facendo una campagna per questo. Spero sinceramente che per il futuro del pianeta e del benessere degli animali siate in grado di attuare questa politica”, secondo PETA. In particolare, McCartney non ha partecipato al collage. (In tutta onestà, una manciata di nastro potrebbe rendere più difficile la lettura di “Hey Jude”.)

Cromwell non ha ancora risposto alla richiesta di commento del Washington Post.

Anche se appiccicare a una superficie – o, in realtà, qualsiasi cosa – una volta era un incidente, recentemente è diventato una forma popolare di protesta. Dopo che è stata diffusa la notizia che Glen Taylor, il proprietario di maggioranza dei Minnesota Timberwolves della NBA, è stato costretto a uccidere più di 5 milioni di polli nella sua fattoria per fermare la diffusione di un focolaio di influenza aviaria, l’attivista per i diritti degli animali Alicia Santurio ha cercato di attaccarsi in tribunale. in una partita di gioco ad aprile.

In che modo “Glue Girl” ha portato la sua protesta in un campo della NBA? Privilegio.

Cromwell potrebbe essere meglio conosciuto come attore, ma ha una lunga storia di attivismo, che risale al suo coinvolgimento nel movimento americano per i diritti civili. Come riportato dalla CNN nel 2004, “Cromwell, un autoproclamato ‘ragazzo bianco borghese’, si è unito al Partito radicale delle pantere nere come membro del ‘Comitato per la difesa delle pantere'”.

Ha iniziato a sostenere i diritti degli animali negli anni ’70 dopo essere rimasto inorridito da una visita a un cortile per il bestiame del Texas ed è diventato vegano dopo aver girato “Babe”, un film nominato all’Oscar nel 1995 su un maiale orfano che cercava di trovare il suo posto nella fattoria.

Nel film, “ha lavorato con molti animali e addestratori di animali. Mi importava del loro benessere e poi, ovviamente, stavi pranzando ed è tutto lì davanti a te, e ho pensato che avrei dovuto andare fino in fondo, per così dire “, ha detto Cromwell a Take Part nel 2011. ” Quindi ho preso quella decisione e l’ho mantenuta durante le riprese.

Inevitabilmente, i social media sono stati rapidamente riempiti di battute sul collage, la maggior parte dei quali faceva riferimento ai suoi vari ruoli.

Amy Brown ha twittato che “tutti gli attori della tenuta sono i loro personaggi nella vita reale. Jeremy Strong È Kendall Roy. James Cromwell lascia l’eredità di suo cugino Greg a Greenpeace.

“Come tutto ciò che fa James Cromwell, lo guarderei”, ha detto il giornalista di Atlantic Yair Rosenberg. twittato.

Un utente non riusciva a smettere di pensare alla fine di “Babe”, Tweeter“Si attaccherà, maiale… si attaccherà.”

Add Comment