Il murale gigante del principe per animare il centro di Minneapolis

Il principe ha posto il veto a una statua, troppo preoccupato che le persone potessero deturparla. Ma l’imprevedibile icona della musica di controllo andava bene per essere in qualche modo commemorata nella sua città natale. Ben prima di morire, ha approvato un murale che verrà finalmente realizzato il mese prossimo su una rampa di parcheggio del centro di Minneapolis.

“Questo è stato un processo lungo, arduo e noioso”, ha detto Sharon Smith-Akinsanya, la forza dietro il progetto. “In realtà abbiamo iniziato a trovare un modo per regalargli le sue rose mentre era qui. Naturalmente, non avevamo idea che nel 2016 l’avremmo perso. Ci stiamo lavorando da sette anni. fatto”.

L’inizio del dipinto è previsto per il 16 maggio sulla rampa A, tra First Avenue N. e Eighth Street, con una dedica e una festa di quartiere fissate per il 2 giugno. Il pubblico può vedere i progressi sul muro esterno di fronte all’Hampton Inn & Suites.

Il progetto murale Prince da $ 500.000 ha coinvolto la città di Minneapolis, il Dipartimento dei trasporti del Minnesota, il Minneapolis Downtown Council e la tenuta di Prince, per non parlare di Smith-Akinsanya che ha fatto pressioni sulla legislatura statale e varie società per il finanziamento.

“Sono i soldi più difficili che abbia mai dovuto raccogliere e ho raccolto milioni di dollari in questa città”, ha detto Smith-Akinsanya, un dirigente di marketing imprenditoriale di lunga data che ha lavorato per Prince a metà degli anni ’90 e ha fondato il People of Fiera della carriera del colore nelle Twin Cities. “Abbiamo ancora un po’ di strada da fare per arrivare al traguardo. Ma lo faremo oltre il traguardo”.

Dopo essere stato rifiutato alla legislatura nel 2019, Smith-Akinsanya alla fine ha schierato sponsor come US Bank, che ha contribuito con una donazione a sei cifre, così come Target, Best Buy e Minnesota Twins.

I costi includono attrezzature, assicurazione, licenze e diritti con la tenuta Prince, che è entusiasta del murale.

“Il centro di Minneapolis è una famiglia per me e Prince”, ha dichiarato Tyka Nelson, la sorella di Prince. “I nostri genitori si sono incontrati lì. Questo murale significa così tanto”.

Le discussioni per il progetto Prince sono iniziate l’anno in cui il murale di Bob Dylan è stato dipinto sulla Fifth Street e Hennepin Avenue S. dall’artista di strada brasiliano Eduardo Kobra.

All’inizio, è stato proposto che il murale del principe avvolgesse il lato e il retro del Cowles Center su Hennepin Avenue. Alla fine è stato respinto perché si temeva che un altro edificio potesse un giorno bloccare la vista del murale.

I leader del progetto Smith-Akinsanya e Joan Vorderbruggen, un consulente artistico in precedenza con Hennepin Theatre Trust, si stabilirono sulla rampa A, che è di proprietà dello stato e gestita dalla città di Minneapolis.

Più di 60 artisti considerati

Dopo aver preso in considerazione più di 60 artisti tra cui Kobra, la tenuta di Prince e un comitato di nomina hanno scelto Hiero Veiga, 33 anni, un pittore di strada nero della Florida noto per aver dipinto il muro esterno del Museum of Graffiti di Miami.

Nato nel Massachusetts, ha iniziato come artista dei graffiti e ha portato il suo stile iperrealista non solo nella costruzione di muri, ma anche nelle gallerie dei musei negli Stati Uniti, in Canada e in Giamaica.

“Ha abilità e abilità tecniche davvero incredibili che sono molto rare nel mondo della graf per quanto riguarda il modo in cui può realizzare ritratti iper-reali e foto-reali”, ha detto Vorderbruggen, che ha supervisionato la creazione di sei murales, incluso il murale di Dylan.

Creando immagini di Prince da più fotografie, Veiga dipingerà a spruzzo con uno o due altri artisti con il pubblico benvenuto a guardare. La preparazione della superficie di verniciatura verticale, larga 40 piedi e alta 100 piedi, inizierà il 12 maggio.

“Ho lavorato tutta la mia vita per un’opportunità come questa”, ha detto Veiga in una nota. “Capisco tutto il peso di questa responsabilità. Questa è l’eredità di Prince e mi assicurerò che questo murale renda orgogliosi la famiglia di Prince, i fan, Minneapolis e il mondo intero”.

Gli organizzatori sperano che il murale diventi un simbolo cruciale – e un’icona instagrammabile – per una città che ha bisogno di un riavvio dell’immagine.

“Avevamo bisogno di qualcosa per cui guardare avanti in questa regione e qualcos’altro per cui essere conosciuti oltre al luogo in cui fu assassinato George Floyd”, ha detto Smith-Akinsanya, che vive nel centro di Minneapolis. “Questo inizia a cambiare la narrativa, inizia a unirci, inizia a riportare le persone in centro.

“È solo un nuovo capitolo”, ha detto. “Prince è nato qui, ha vissuto qui, è morto qui. È un vero Minnesotan. Si è meritato questo onore”.

[email protected] Twitter: @jonbream 612-673-1719

Add Comment