Il futuro di Bryan Harsin dipende dalla decisione del quarterback

L’ultima volta che un allenatore di football Auburn ha avuto il compito di sostituire un titolare trincerato come quarterback è stata la primavera del 2019.

Sembrano 100 anni fa, la primavera del 2019, ma erano solo tre. Auburn ha giocato la sua partita di primavera sabato al Jordan-Hare Stadium, ed è stato un grande giorno per l’allenatore di Auburn Bryan Harsin, che è sopravvissuto al suo primo tentativo di colpo di stato in casa a febbraio. Il fatto che Harsin veda un’altra primavera ad Auburn dipende molto dalla posizione di quarterback, quindi scegliere il ragazzo giusto per il lavoro questo autunno sarà la sua decisione più importante ad Auburn fino a quando non torneranno per il suo lavoro.

L’ex allenatore di Auburn Gus Malzahn ha combattuto un paio di colpi di stato ad Auburn, di cui uno prima della partita di primavera del 2019. Il tempo è un cerchio piatto, dicono, e ad Auburn mancano sempre due minuti a mezzanotte.

L’altro giorno ho visto uno di quei sondaggi su Internet che dicevano che l’Auburn football era una delle squadre meno interessanti del paese. Con che misura? L’allenatore è sempre in lotta per la sua vita e respinge una voce infondata dopo l’altra. Qualcuno ricorda il ridicolo rapporto su Malzahn che ha rinegoziato la sua acquisizione per salvarsi il lavoro? Totalmente falso, ma completamente riconducibile allo scorso inverno per l’attuale allenatore.

IMPARENTATO: La competizione del quarterback Auburn è al centro della scena

IMPARENTATO: Osservazioni dall’ultimo giorno di calcio primaverile di Auburn

IMPARENTATO: Cosa ha detto Bryan Harsin sull’A-Day

Harsin ha avuto un buon inizio per il suo incarico ad Auburn? No, decisamente no, considerando tutto il fatturato e il record di 6-7 della scorsa stagione, ma la Auburn University non ha fatto alcun favore con un’indagine così pubblica sul programma a febbraio. Era la stessa discordia interna che ha ostacolato il tempo di Malzahn ad Auburn.

Una fazione dei sostenitori di Auburn voleva che Malzahn se ne andasse dopo la stagione 2018, ma è riuscito a mantenere il suo lavoro e ad arrivare agli allenamenti primaverili.

L’Alabama è stata la scelta di tutti nell’aprile 2019 da ripetere come campione nazionale, nessuno ancora sapeva che la LSU stava escogitando uno dei migliori attacchi nella storia del football universitario, ma tutti sono andati in quella primavera con una buona idea che Auburn, per lo meno, probabilmente aveva la migliore difesa della SEC.

I Tigers avevano solo bisogno di un quarterback e la decisione sembrava abbastanza chiara a tutti al Jordan-Hare Stadium quell’A-Day. Sarebbe stato l’unto vero matricola a cinque stelle Bo Nix, ma forse la matricola delle magliette rosse Joey Gatewood aveva una possibilità da esterno.

L’atterraggio di Nix con quella classe di reclutamento ha aiutato Malzahn a mantenere il suo lavoro, quindi, non a caso, Malzahn è andato con il figlio dell’ex quarterback di Auburn Patrick Nix. Dalla nascita, Nix era destinato a essere il quarterback titolare di Auburn e ha rivendicato la sua primogenitura dopo quella primavera.

Nix è stata una buona scelta per sostituire il quarterback Jarrett Stidham, che era andato alla NFL dopo la stagione 2018, ma era l’opzione migliore?

Nella prima partita di Nix, ha guidato drammaticamente una rimonta contro l’Oregon, che ha caratterizzato il quarterback Justin Herbert. Nix vinse anche l’Iron Bowl quella stagione, e mentre il Crimson Tide non aveva il suo antipasto, anche Tua Tagovailoa, il backup dell’Alabama che Nix ha battuto, era abbastanza bravo. Era Mac Jones.

Ecco la cosa divertente della primavera del 2019, però, e come si collega a questa primavera ad Auburn questi 100 anni dopo. Si scopre che forse Nix iniziare come matricola non è stata la decisione migliore per il football Auburn a lungo termine.

Forse c’era un’opzione migliore in campo per quell’A-Day nel 2019, ma quell’autunno quel giocatore se n’era andato. Era il quarterback Malik Willis, che ora è il miglior potenziale quarterback per il prossimo Draft NFL.

E se Willis fosse rimasto e fosse diventato il titolare di Auburn quella stagione?

Ci sono così tante domande con Auburn dopo questo A-Day, ma la più grande di tutte, ovviamente, è chi sarà il quarterback a sostituire Nix, il titolare di tre anni che si è trasferito in Oregon. I quarterback TJ Finley, Robby Ashford e Holden Geriner hanno partecipato alla partita primaverile, ma una competizione di quarterback con quattro potenziali titolari si svolgerà nel campo estivo e autunnale.

Ashford, originario di Hoover, si è trasferito ad Auburn dall’Oregon. L’altro quarterback è Zach Calzada, che si è trasferito dal Texas A&M. Calzada si sta riprendendo da un infortunio alla spalla, ma dovrebbe essere completamente liberato entro la fine dell’estate. Finley si è trasferito dalla LSU due anni fa. Geriner è una vera matricola e il primo impegno di quarterback di Harsin.

Non ho idea di chi dovrebbe iniziare come quarterback per Auburn, e nemmeno nessun altro. Mi dispiace se sei venuto qui alla ricerca di risposte impossibili. Quello che so è questo, però. Tutti prevedono una stagione perdente per Auburn nel 2022, ma aiuta Harsin ad avere così tante buone opzioni come quarterback dopo il ballo di primavera.

“La cosa più importante è che saranno tutti qui”, ha detto Harsin.

Finalmente nessuno può andarsene.

Calzada, Ashford e Finley sono tutti trasferimenti, quindi molto probabilmente quei giocatori sono impegnati a competere per la posizione di quarterback ad Auburn per il resto della bassa stagione. Al giorno d’oggi, in un mondo di football universitario in cui i quarterback entrano costantemente nel portale dei trasferimenti, la stanza piena di quarterback di Auburn è un lusso raro.

“E ‘un positivo”, ha detto Finley. “Ci renderà solo ognuno di noi migliore.”

Per Harsin, significa che avrà tutte le opportunità per prendere la decisione giusta.

Joseph Goodman è editorialista dell’Alabama Media Group e autore di “We Want Bama: A Season of Hope and the making of ‘Ultimate Team’ di Nick Saban”. Lo trovate su Twitter @JoeGoodmanJr.

Add Comment