Booster, collettivi nel mirino della NCAA, ma la nuova politica NIL sarà in grado di navigare in acque agitate?

John Ruiz non ha minacciato di citare in giudizio lunedì sera. Questo di per sé era una notizia dell’ultima ora. Il miliardario ex studente dell’Università di Miami, che è diventato in gran parte il volto della stravaganza di nomi, immagini e somiglianze, era in pace quando la NCAA almeno ha messo un mucchio nel terreno di creare una politica NIL attuabile.

Artisti del calibro di Ruiz sono in fase di revisione e possono essere considerati booster. Sebbene non gestisca un collettivo, sostiene l’università e paga gli atleti per le sponsorizzazioni NIL tramite LifeWallet e la sua squadra di corse di sigarette. Ciò potrebbe violare le nuove linee guida NCAA, che non consentono alle persone con il tag di richiamo remoto di annusare un atleta ammuffito al Good Ol’ State U.

Ruiz non si sente minacciato. Vede la sua azienda non solo al di sopra della mischia, ma come leader nel settore in forte espansione.

“Per me, è come al solito”, ha detto a CBS Sports dopo aver appreso i dettagli delle tanto attese linee guida NIL della NCAA. “Stavo navigando dritto con le regole.”

Ruiz ha aggiunto: “Il termine booster è irrilevante dal mio punto di vista perché, se hai un’attività legittima, non importa se sei un booster o meno. L’accordo è una transazione a condizioni di mercato”.

La NCAA potrebbe non essere d’accordo.

“Le regole di reclutamento della NCAA impediscono ai booster di reclutare e/o fornire vantaggi a potenziali studenti-atleti”, ha affermato il consiglio di amministrazione della NCAA in un comunicato stampa che sembrava essere stato esaminato dagli avvocati.

In effetti, è esattamente quello che è successo. Ma i membri volevano dire il Grande Fratello Qualcosaanche se ha applicato le proprie regole con 10 mesi di ritardo.

Ad ogni modo, una calma si è in qualche modo stabilizzata sul terreno lunedì quando il consiglio ha emesso queste linee guida NIL. L’NCAA è stato generalmente reattivo, ma almeno un paesaggio che si era oscurato è stato in grado di schiarire un po’.

Un allenatore ha paragonato la situazione attuale ad alcuni dei suoi programmi preferiti della Paramount, “Yellowstone” e “1883”.

“[Men who settled the West] avrebbe potuto aggredire e depredare donne e derubare persone senza andare in prigione”, ha detto l’allenatore. “Ma tu no. È una cosa etica. Tu no. Questo è ciò che mi dà più fastidio.

“Solo perché puoi [cheat] non significa che dovresti.”

Artisti del calibro di Ruiz sono chiaramente nel mirino, almeno per una recensione. Un booster è generalmente definito dalla NCAA come un rappresentante degli interessi atletici di un’università.

Lunedì, i “collettivi” e i loro rappresentanti sono stati aggiunti alla categorizzazione dei booster.

Nel peggiore dei casi, i collettivi sono diventati operazioni di riciclaggio di denaro sia per le reclute delle scuole superiori che per i trasferimenti di valore. Nella migliore delle ipotesi, beh, cerca di convincere i critici di qualcosa di diverso da questa definizione.

Le azioni di Ruiz sono state al centro. Sta spendendo almeno $ 550.000 quest’anno per contratti con giocatori di football di Miami. I pionieri del NIL Hanna e Haley Cavinder si sono trasferiti dallo stato di Fresno a Miami in cerca di nuova ricchezza fuori dal campo. La Guardia di Stato del Kansas Nijel Pack ha trovato la stessa cosa in uno degli affari più importanti dell’era NIL. Il trasferimento ha recentemente assicurato un contratto biennale da Ruiz del valore di $ 800.000 mentre si recava a Miami.

“Non ho mai visto Nijel Pack giocare o sapere quali fossero le sue capacità quando ho stipulato il contratto”, ha detto Ruiz. “Il motivo per cui ho fatto l’accordo è che era una specie di giocatore del portale con il punteggio più alto da tutti i conti”.

L’accordo di Pack ha portato l’attuale giocatore di basket dei Canes Isaiah Wong a minacciare di entrare lui stesso nel portale di trasferimento se il suo compenso NIL non fosse stato aumentato. Ruiz ha rifiutato. Wong è attualmente nel processo di draft NBA.

“Non lo farei mai”, ha detto Ruiz. “N. 1, questo potrebbe essere considerato un gioco a pagamento. Inoltre, non rinegozio con nessuno”.

Il post di lunedì era chiaramente un colpo di avvertimento sparato contro i booster che avrebbero avuto tale influenza.

Ciò non significa che Ruiz stia infrangendo le regole. Dice che consegna tutti i contratti alla compliance di Miami. Ma se non altro, la NCAA ha avvertito tutti.

Sebbene l’associazione abbia incluso un linguaggio sull’indagine retroattiva sulle gravi violazioni del richiamo dal 1 luglio 2021 al 9 maggio, quando le linee guida sono state pubblicate, l’avvocato Tom Mars ha affermato che “la legislazione retroattiva in una democrazia non è mai una buona idea”.

Quindi almeno le regole di base sono state stabilite per il futuro: i booster, in generale, sono cattivi.

Il Consiglio di amministrazione della NCAA ha aggiunto: “Sembra che la missione generale di molti, se non di tutti” collettivi sia quella di fare offerte ai debuttanti così come agli atleti esistenti “innescando così la definizione di un booster”.

Se è così, l’app NCAA ha un lavoro gigantesco davanti a sé. Una cosa è condannare i booster; un’altra è tirare fuori dal garage il cellulare delle forze dell’ordine e iniziare a indagare sui trasgressori. Signori, avviate i vostri Priuse – o qualunque cosa gli investigatori NCAA guidano.

Altrimenti, la notizia di lunedì non vale il breve comunicato stampa.

“Non possiamo avere un contratto collettivo senza contatto [with an athlete]”, ha affermato Blake Lawrence, CEO di Opendorse, leader del settore nello sviluppo di opportunità NIL. “Questo è il mondo in cui viviamo. Se una di queste parti è un richiamo e l’altra è un potenziale studente-atleta, si è verificata una violazione. ”

Decine di collettivi sono emersi dal lancio di NIL 10 mesi fa. Supponendo che la maggior parte di loro fornisca vantaggi illeciti ai principianti, come sembra sostenere la NCAA, ciò potrebbe significare che potrebbero esserci troppe illeciti per essere indagati dalla NCAA. Il personale di linea dell’associazione è attualmente ridotto di 20 agenzie per vari motivi.

“Sono orgoglioso della NCAA oggi”, ha detto Lawrence. “Qualcuno deve essere il detentore del record. Penso che questo limiterà alcuni comportamenti nel mercato”.

“Uno o più [boosters] potrebbe citare in giudizio la NCAA”, ha aggiunto Mars, “che è un’impresa costosa, per non dire altro. Ma alla fine, penso che la NCAA prevarrebbe in tale contenzioso”.

Almeno un membro della task force che ha consigliato il consiglio, il direttore atletico dell’Ohio State Gene Smith, si è detto contento che la NCAA abbia incorporato tutte le raccomandazioni di quel gruppo.

“È un buon inizio”, ha scritto l’AD del Colorado Rick George, un altro membro della task force.

Il meglio che la NCAA può fare per i booster è separarli da una scuola. I booster non sono obbligati a collaborare con le indagini NCAA. Tuttavia, “dissociarsi” significa che questi booster non possono avere alcun contatto con gli interessi sportivi di una scuola in alcun modo.

Anni fa, una dissociata promotrice di Ole Miss voleva citare in giudizio la NCAA. Marte, un famoso antagonista della NCAA, rifiutò.

“È difficile immaginare che i booster guidati dall’ego, che sono disposti a spendere ingenti somme di denaro per il programma atletico della loro scuola preferita, continueranno a investire a quel livello una volta spogliati. il loro status nel programma atletico della scuola, ” ha detto Marte.

Ruiz si qualifica come booster canaglia? È uno dei suoi coetanei? Prima di rispondere, considera che Ruiz dice che tutti i suoi clienti devono fare un lavoro quid pro quo per le sue attività, di solito post sui social media e video promozionali. Ruiz dice anche che la notizia di giocatori come Pack che fanno affari di grosso calibro è solo la promozione dei suoi marchi.

“Dimenticare quanto bravo o cattivo finisce per essere un giocatore, non mi importa”, ha detto Ruiz. “Tuttavia, puoi commercializzare questo particolare impegno”.

Per quanto riguarda le cause legali, aspettati una sorta di sfida legale da un richiamo danneggiato. Il NIL è fin troppo consolidato a questo punto, e ci sono troppe persone potenti coinvolte, perché non sia così.

Ogni accenno di limitazione del compenso degli atleti del college in questi giorni suona come una violazione delle leggi antitrust. Sì, è colpa della NCAA per aver lasciato che tutto andasse così lontano.

“Se sei un avvocato e pratichi sport universitari, Katy sbarra la porta”, ha detto Mars. “È gratuito per tutti. Chiunque può citare in giudizio chiunque. La legge è completamente instabile [in this area]. Se questi booster vogliono spendere miliardi di dollari, più energia per loro”.

Add Comment