Avere uno scopo nella vita può ridurre il rischio di sviluppare la demenza, suggerisce lo studio

Avere uno scopo nella vita può ridurre il rischio di sviluppare la demenza, suggerisce lo studio

  • Sentire un senso di scopo può ridurre il rischio di sviluppare la demenza, mostra lo studio
  • È stato collegato a un tasso ridotto del 19% di deterioramento cognitivo clinicamente significativo
  • Le persone con uno scopo più elevato hanno anche maggiori probabilità di impegnarsi nell’esercizio

Secondo uno studio, sentire uno scopo o un significato nella vita può ridurre il rischio di sviluppare la demenza.

I ricercatori hanno esaminato le prove di otto documenti precedentemente pubblicati che includevano dati di 62.250 anziani in tre continenti.

Hanno scoperto che uno scopo o un significato più elevato nella vita era “significativamente associato” a un rischio ridotto di demenza e deterioramento cognitivo. In particolare, avere uno scopo era collegato a un tasso ridotto del 19% di deterioramento cognitivo clinicamente significativo.

Ciò significa che avevano quasi un quinto in meno di probabilità di aver sperimentato il declino della memoria, del linguaggio e delle capacità di pensiero.

I ricercatori hanno scoperto che uno scopo o un significato più elevato nella vita era “significativamente associato” a un rischio ridotto di demenza e deterioramento cognitivo. In particolare, avere uno scopo era collegato a un tasso ridotto del 19% di deterioramento cognitivo clinicamente significativo (immagine del file)

Questo livello di deterioramento cognitivo non è grave come la demenza, ma aumenta il rischio della condizione.

Prove precedenti suggeriscono che sentire uno scopo nella vita può essere utile per riprendersi dallo stress ed è associato a una ridotta infiammazione nel cervello, entrambi i quali possono essere associati a un ridotto rischio di demenza.

Le persone con uno scopo più elevato possono anche avere maggiori probabilità di impegnarsi in attività come l’esercizio fisico e di impegnarsi socialmente, il che può proteggere dal rischio di demenza.

I risultati, pubblicati sulla rivista Aging Research Reviews, indicavano anche che uno stato d’animo positivo non sembrava avere effetto sul rischio di demenza.

Le persone con uno scopo più elevato possono anche avere maggiori probabilità di impegnarsi in attività come l'esercizio fisico e di impegnarsi socialmente, il che può proteggere dal rischio di demenza (file immagine)

Le persone con uno scopo più elevato possono anche avere maggiori probabilità di impegnarsi in attività come l’esercizio fisico e di impegnarsi socialmente, il che può proteggere dal rischio di demenza (file immagine)

L’autore principale, il dottor Joshua Stott, dell’University College di Londra, ha affermato: “I programmi di prevenzione della demenza per i gruppi a rischio incentrati sul benessere potrebbero trarre vantaggio dall’attribuire priorità alle attività che portano uno scopo e un significato alla vita delle persone, piuttosto che solo attività edonistiche che potrebbero aumentare l’umore positivo stati.

“Ad esempio, se l’ambientalismo è importante per qualcuno, potrebbe trarre vantaggio dall’aiutare in un orto comunitario”.

La prima autrice e dottoranda Georgia Bell ha dichiarato: “Abbiamo scoperto che un senso di scopo può ridurre il rischio di demenza, aggiungendosi ad altre prove che collegano una vita significativa al miglioramento della salute mentale e alla riduzione del rischio di disabilità e malattie cardiache”.

Annuncio

.

Add Comment